Digestione lenta: rimedi naturali

Soffri di digestione lenta e stai cercando dei rimedi naturali al tuo problema? In questa guida troverai preziosi consigli per risolvere i tuoi problemi digestivi in modo efficace con i rimedi naturali.

Attualmente sono molte le persone interessate da una digestione lenta e difficoltosa. È un problema molto fastidioso che causa altre sintomatologie importanti come ad esempio i gonfiori e l’aerofagia. Modificando la dieta è possibile velocizzare la digestione in modo naturale senza far ricorso a farmaci di nessun tipo.

Rimedi naturali

Per prima cosa è indispensabile incrementare l’apporto di acqua bevuto durante l’arco di tutta la giornata. Evitate di consumare bevande gassate o zuccherate preferendo sempre l’acqua del rubinetto. E’ importante anche iniziare a mangiare un maggior quantitativo di fibre che hanno il potere di accelerare in maniera apprezzabile il processo digestivo. Solo con questi piccoli accorgimenti il problema potrebbe diminuire o addirittura scomparire del tutto. Se invece il problema persiste mettete in pratica tutti gli altri accorgimenti riportati a seguire.

Aumenta i probiotici

Un buon quantitativo di probiotici introdotti con l’alimentazione favorisce la digestione. Gli yogurt ne contengono elevate percentuali così come la soia. Anche l’acqua di cocco è un’ottima fonte di probiotici ma è un po’ difficile da reperire alle nostre latitudini nelle catene della grande distribuzione. In linea di massima tutti gli alimenti fermentati contengono batteri utili che hanno caratteristiche del tutto paragonabili a quelli che vivono all’interno del nostro organismo e possono accelerare il processo digestivo. È sufficiente aggiungere ogni giorno alla dieta quattro o cinque cucchiai di yogurt al naturale per ottenere dei benefici dopo una settimana.

Assumi più fibre

La porzione giornaliera di fibre che viene raccomandata dai nutrizionisti è pari a 35 milligrammi. Non tutti però ne introducono nell’organismo quantitativi sufficienti e ne mangiano solo una decina di milligrammi. E’ opportuno a mangiare gradualmente e con regolarità più frutta e verdura di stagione sia cotta che cruda. Rinunciate piuttosto a snack calorici dolci o salati a vantaggio di pere, pesche, cavoli e porzioni abbondanti di legumi.
È importante assumere sia fibre solubili che insolubili. Quelle solubili si trovano nelle carote, nell’avena, lenticchie, arance e fragole. Tutte le fibre contenute in questi alimenti assorbono acqua nella fase digestiva e creano una sorta di gel che contribuisce a dare un maggiore senso di sazietà.
Le fibre insolubili invece sono contenute naturalmente nelle noci, nel riso integrale, verdura a foglia verde e sedano. Hanno la facoltà di accelerare i processi digestivi e agevolano il transito degli alimenti a livello intestinale.

Riduci zuccheri e grassi

Gli zuccheri e i grassi impiegano molto tempo ad essere elaborati dallo stomaco e possono provocare stipsi. Per ridurre la quantità ingerita di questi elementi non solo si dovrà ridurre il consumo di dolciumi e cibi ricchi di grassi ma si dovrà evitare l’utilizzo di tutti gli alimenti già pronti per esser consumati. Infatti al loro interno sono presenti grandi quantità di zuccheri semplici nascosti e altri prodotti chimici difficili da digerire per lo stomaco.

Bevi molta acqua

Aumentare il quantitativo d’acqua introdotto nell’organismo durante la giornata facilita il transito del cibo nello stomaco e rende possibile uno smaltimento più rapido al livello intestinale. Meglio preferire sempre l’acqua del rubinetto a bevande addizionate a zuccheri artificiali e anidride carbonica. Un litro e mezzo d’acqua è un buon quantitativo ma meglio ancora sarebbe consumarne almeno due litri. Se però fai una intensa attività fisica dovrai ripristinare i liquidi persi con un quantitativo maggiore di acqua.

Fai pasti piccoli e frequenti

Se con tutti questi accorgimenti ancora il problema della digestione lenta non accenna a diminuire, suddividi la quantità di cibo corrispondente al tuo fabbisogno calorico in piccoli pasti nel corso della giornata. Lo stomaco fatica molto meno ad assimilare porzioni poco voluminose e si libererà più in fretta del cibo contenuto donando un maggior senso di benessere. Inoltre fare pasti piccoli e frequenti aiuta a perdere il peso in eccesso.

Fai attività fisica

A volte si è impegnati tutto il giorno con il lavoro e il tempo a disposizione è molto poco. Bisognerebbe comunque trovare almeno mezz’ora libera per fare una corsetta di mezz’ora o una camminata a passo veloce. L’esercizio fisico aiuta il transito degli alimenti nello stomaco, aiuta ad alzare il metabolismo basale e può aiutare a perdere peso.

Evitare alcool e sigarette

L’alcool e la nicotina inibiscono la digestione rendendola più lenta e difficile. Anche la caffeina non aiuta la digestione e può creare, a chi ha già problemi di stomaco, il bruciore di stomaco e reflussi acidi piuttosto fastidiosi.
Gli abituali consumatori di alcolici e sigarette dovranno diminuire drasticamente il loro consumo per avere istantanei benefici a livello gastrico.

Riduci lo stress

Lo stress può causare una serie di problematiche che non solo coinvolgono la salute fisica, ma anche quella mentale. Lo stomaco è una delle parti del corpo più sensibili e se sottoposta a tensioni continue sviluppa succhi gastrici in eccesso. A lungo andare questa sintomatologia può portare alla perforazione delle pareti dello stomaco. Ridurre significativamente lo stress migliora non solo la digestione ma anche la qualità della vita. Praticare yoga e meditazione aiuta a contrastare in maniera efficace lo stress così come la sauna o il training autogeno. Trovate il metodo che meglio rilassa la vostra mente per trarre benefici a livello fisico.

Annota ciò che mangi

Per capire quali cibi rallentino maggiormente la digestione, è utile tenere un diario alimentare nel quale annotare durante la giornata tutto ciò che si mangia. In questo modo potrete capire meglio quali cibi vi provochino pesantezza rallentando la digestione e provvedere a limitarne le quantità o a eliminarli del tutto.

Quando rivolgersi al medico

Se mettendo in pratica tutti questi consigli e accorgimenti il problema persiste e neanche accenna minimamente a diminuire, è meglio rivolgersi ad uno specialista che sicuramente potrà trovare una giusta soluzione. È probabile che siate interessati da un’allergia alimentare che vi impedisce di digerire correttamente e in quel caso il medico vi dirà quali alimenti dovrete togliere dalla vostra dieta.