Stanchezza: rimedi naturali

La stanchezza è un fastidioso problema che ormai fa parte della vita quotidiana, complici lo stress e i ritmi frenetici di ogni giorno. Anche se non è una condizione patologica, la stanchezza va comunque tenuta sotto controllo e trattata con i dovuti accorgimenti. In questo articolo vedremo come sentirci meno stanche e spossati e come ritrovare l’energia, seguendo esclusivamente metodi naturali.

Rimedi naturali

L’energia è indispensabile per affrontare nella maniera giusta la giornata. Molte volte questo non è possibile, a causa della stanchezza persistente che ci colpisce. Come fare allora per sentirsi energici, pieni di vita e di nuovo vigore? Ecco degli utili consigli.

Ginseng

Per avere una spinta di più al mattino, prova a bere una tazza di caffè al ginseng. Preferiscilo al caffè tradizionale, in quanto contiene meno sostanze dannose per l’organismo e non provoca assuefazione. Inoltre, il ginseng apporta benefici anche all’apparato gastrointestinale e alla vita sessuale.

Idratazione

L’organismo deve essere costantemente idratato, anche quando non senti lo stimolo della sete. Un giusto apporto liquidi garantisce le forze necessarie ad affrontare una lunga giornata lavorativa o di studio. Nei periodi di maggiore stanchezza, oltre all’acqua assumi anche delle bevande energetiche, dei succhi di frutta biologici e una buona spremuta di frutta fresca al mattino o a merenda.

Colazione

Una buona colazione rappresenta il primo passo per combattere la stanchezza. Assumi però le giuste combinazioni alimentari. Ecco qualche proposta nutriente, sana ed iper-energetica:

  • 125 ml di latte scremato con 2 fette biscottate integrali e marmellata biologica
  • due uova strapazzate con qualche fetta di prosciutto
  • mezza papaya con un vasetto di yogurt
  • un piccolo toast con un bicchiere di spremuta fresca
  • 125 ml di latte scremato con 100 gr di cereali o muesli

Non saltare mai la prima colazione. Come vedi, le combinazioni alimentari sono tante e permettono di affrontare la giornata con una marcia in più.

Frutti rossi

I frutti rossi sono ricchi di anti-ossidanti e migliorano notevolmente la circolazione sanguigna. Di conseguenza, il corpo potrà beneficiare di una quantità maggiore di ossigeno e di energia, diminuendo la sensazione di stanchezza. Scegli sempre frutta biologica e di stagione. Lamponi, ribes e fragoline di bosco sono poco calorici e gustosissimi, specie se abbinati a yogurt e cereali. Ottime anche le tisane di lampone e frutti rossi.

Gestire la stanchezza

Se la stanchezza è importante o è cronica, prima di ricorrere a trattamenti specifici, è bene imparare a gestire la condizione in maniera razionale ed intelligente. In questo modo, avrai acquistato una maggiore consapevolezza del tuo corpo e della tua mente e delle loro possibilità. Generalmente, il picco della stanchezza si manifesta di primo mattino e di sera. E’ proprio in questi momenti che dovrai imparare a mettere in atto le tecniche di controllo della stanchezza. Quando senti di non farcela più, siediti, chiudi gli occhi e respira profondamente. Cerca di non pensare a nulla e abbandona ogni parte del corpo, partendo dalla testa fino ad arrivare ai piedi. Concentrati sui distretti corporali. Quando percepisci beneficio, riapri lentamente gli occhi e alzati molto lentamente.
Essenziale è gestire al meglio tutta la giornata e i relativi impegni. Se possibile, concentra le attività più impegnative nei momenti in cui ti senti più in forze. Imponiti di non lavorare o studiare dopo una certa ora: sarebbe controproducente ed improduttivo. Dopo cena, prova a rilassarti e a fare qualcosa di piacevole. Se hai da sbrigare del lavoro per il giorno successivo, puoi comunque puntare la sveglia un po’ prima al mattino.

Alimentazione

Il cibo, si sa, è il carburante del corpo. Puoi diminuire di molto la stanchezza assumendo gli alimenti più indicati. Se non soffri di particolari patologie, incrementa l’assunzione di carne rossa, ricca di ferro. Inserisci gli spinaci almeno tre volte la settimana. Sì al pesce azzurro e ai carboidrati integrali. Evita invece i cibi elaborati e ricchi di grassi che, contrariamente a quanto si pensa, non forniscono energia utile. Panini imbottiti, cibo da asporto e carboidrati raffinati, così come i dolci, danno un’effimera sensazione di energia, dovuta semplicemente al picco insulinico. Dopo pochi minuti, questo effetto svanisce completamente. Come detto prima, non saltare mai la prima colazione, anche se hai fretta. Suddividi la giornata in piccoli pasti, in modo da dare all’organismo un po’ di carburante per volta, attivando nello stesso tempo il metabolismo e il rilascio del glucosio.

Sistema immunitario

La stanchezza cronica è spesso conseguenza di un sistema immunitario debole o provato. Anche in questo caso puoi migliorare la situazione con i dovuti accorgimenti. Procurati delle erbe per fare infusi, decotti e tisane energetiche e immuno-rinforzanti. Le più indicate sono il ginseng, l’echinacea e la passiflora, che ti aiuteranno anche a scongiurare eventuali infezioni. Non assumere queste erbe alla sera prima di coricarti, in quanto hanno un effetto leggermente eccitante, che non concilierebbe il sonno.

Rhodiola Rosea

Questa preziosa erba è utilizzata per combattere la depressione, spesso associata alla stanchezza cronica. Stanchezza e depressione vanno infatti di pari passo, tanto che in alcuni casi è difficoltoso distinguere le due situazioni. Assumi la Rhodiola attraverso tisane e decotti, una o due volte al giorno. Puoi benissimo bere la Rhodiola la sera, perché ha un buon effetto rilassante e calmante.

Ashwagandha

Anche questa erba viene sfruttata nella medicina naturale per diminuire lo stress e combattere stanchezza e depressione. Da recenti studi, è emerso che contribuisce ad attivare le cellule celebrali, specie se compromesse da stress cronico e stanchezza importante. Procurati l’Ashwagandha in erboristeria, prepara un infuso con 1 cucchiaino di estratto e bevilo ben caldo.

Ginseng siberiano

Il Ginseng siberiano rafforza il sistema immunitario e supporta mente e corpo ad affrontare lo stress. Inoltre, stimola l’appetito e la concentrazione. Anche per quanto riguarda questa erba, sono ottime le tisane e gli infusi.

Ritmi circadiani

L’uomo, fin dall’alba dei tempi, si è sempre regolato con la luce solare. Il sole è responsabile dell’attivazione di molti distretti ormonali, che garantiscono il giusto apporto energetico al nostro corpo. Cerca quindi di avere orari regolari. Alzati e vai a dormire alla stessa ora, senza fare levatacce o ore piccole. Certo, è normale che accada qualche volta, ma non dovrebbe diventare una brutta abitudine. Mangia seguendo una dieta equilibrata e più o meno alla stessa ora. Evita di assumere alimenti complessi dopo mezzanotte e non bere alcolici a stomaco vuoto, specie la sera. Con questi piccoli ma importantissimi accorgimenti, l’organismo si sincronizzerà con la natura e con la luce solare, ricavando da questi elementi il massimo dell’energia.

Conclusione

La stanchezza cronica, se non associata a quadri patologici, è comune e piuttosto diffusa. Spesso è associata a stress e depressione. E’ possibile tenerla sotto controllo o comunque prevenirla mettendo in pratica alcune accortezze. Per prima cosa, cerca di tenere uno stile di vita corretto e una alimentazione sana. Aggiungi alimenti ricchi di proteine e ferro. Non dimenticare mai di fare colazione, associando i cibi giusti. Ricorda che gli alimenti grassi e zuccherati danno una sensazione effimera di energia, quindi è bene evitarli. assumi decotti, tisane e infusi a base di erbe energizzanti e rinvigorenti. E’ bene imparare a gestire al meglio la propria giornata e gli impegni, per non arrivare troppo affaticati la sera e svegliarsi senza energie. Indispensabile il riposo: dormi almeno 8 ore per notte e se puoi, fai un riposo pomeridiano, facendo attenzione a non superare i venti minuti. Sincronizza mente e corpo con i ritmi della natura. Con questo stile di vita non solo diminuirai la stanchezza, ma salvaguarderai la tua salute nel lungo periodo.