Acne: rimedi naturali

L’acne è una manifestazione infiammatoria molto diffusa e particolarmente fastidiosa, soprattutto in termini estetici. Crea sovente imbarazzo e vergogna tra chi se manifesta i sintomi e non di rado può essere causa di poca autostima e difficoltà sociali. Per porre un efficace rimedio a questo problema esistono dei rimedi naturali che potrete trovare consultando questa piccola rubrica.

L’acne è spesso associato all’età giovanile ma può manifestarsi anche in età matura sia sul volto che su altre parti del corpo. Causa inestetismi delle pelle e può lasciare tracce anche dopo la sua scomparsa, specie se non la si combatte in modo accurato. Per questo motivo la prevenzione è uno dei fattori più importanti, specialmente se si è predisposti in maniera naturale a manifestazioni frequenti e abbondanti. Si presenta con uno o più foruncoli arrossati, che nella maggior parte dei casi contengono del pus. Essendo un elemento di disturbo a livello estetico, soprattutto se presente in parti del corpo esposte come il viso, diventa particolarmente sgradevole per chi ne è affetto.

Che cos’è l’acne

L’acne è una malattia della pelle che deriva da un’infiammazione della ghiandola sebacea annessa al rispettivo follicolo pilifero. Si presenta generalmente sotto forma di foruncolo, pustola, o in alternativa come “punto nero”. La sua presenza accresce esponenzialmente l’untuosità della pelle a causa di una produzione seborroica alterata. Pur non essendo una malattia ereditaria esistono dei soggetti che sono maggiormente predisposti a contrarla. Generalmente il fenomeno non si protrae oltre i trent’anni salvo alcune rare eccezioni, e le sue forme più acute interessano prevalentemente gli individui di sesso maschile

Cause

Le cause principali che stanno alla base della presenza di acne sono riconducibili a quattro gruppi, come esposto di seguito.

  • Un’alterazione a livello ormonale può far sì che i recettori delle ghiandole sebacee assorbano una quantità di ormoni superiore alla media, provocando delle escrescenze sotto forma di brufoli.
  • Un’altra causa può essere l’iperincrenizione ormonale, che negli uomini ha come protagonista il testosterone, mentre nelle donne la produzione di cheratina può essere alterata da un aumento dei livelli androgenici o estrogenici.
  • Infezione causata dal microorganismo che origina l’infiammazione cutanea, che a sua volta può degenerare in forme più acute.
  • Disfunzione della ghiandola pilo-sebacea, come nella maggior parte dei casi, che induce la pelle a produrre un tappo cheratinocitario.

Fattori esterni

Oltre alle cause precedentemente indicate, che si rifanno prevalentemente ad una disfunzione a livello ormonale, esistono altri fattori esterni che possono essere all’origine della manifestazione del problema, come le seguenti.

  • L’utilizzo di prodotti cosmetici incompatibili col nostro organismo, specie quelli a buon mercato che possono contenere sostanze non tollerabili a seconda dell’individuo.
  • Una cattiva igiene è sicuramente uno dei fattori più diffusi, in quanto facilita la proliferazione del batterio “p.acnes”, tra le cause dell’infezione.
  • Esposizione eccessiva a raggi ultravioletti, sia di origine naturale che artificiale.
  • Un eccessivo stress a livello psico-fisico, ritmi di vita insostenibili dall’organismo, ansia, e altri fattori che possono minare l’equilibrio psichico dell’individuo.

Prevenire l’acne

L’acne, come già esposto in precedenza, può essere prevenuto usando alcuni opportuni accorgimenti, come ad esempio l’utilizzo di saponi detergenti inappropriati. E’ il caso dei saponi sgrassanti, che talvolta proprio come conseguenza del forte effetto “sgrassante” del prodotto, possono portare ad una reazione contraria da parte dell’organismo che aumenta spontaneamente la sua produzione sebacea nell’area interessata. Questo tipo di prodotti può inoltre alterare il film idrolipidico, favorendo l’accesso ai batteri e accrescendo la sensibilità della cute a sostanze potenzialmente irritanti. Perciò è consigliabile scegliere accuratamente la tipologia di sapone che si intende utilizzare, e nel caso in cui l’acne cominciasse a dare i primi segnali, è opportuno utilizzare detergenti delicati sulle parti interessate.

Rimedi naturali per l’acne

Premesso che nonostante la tentazione di schiacciare i foruncoli sia spesso e volentieri un impulso irrefrenabile, questo potrebbe essere uno dei fattori principali che ne rallenta la scomparsa. Accanirsi contro la manifestazione esterna della malattia non porterà ad alcun risultato se non ad un’accentuazione del problema, favorendo inoltre l’attacco batterico.
Di seguito riportiamo alcuni metodi per combattere l’acne in modo semplice e naturale.

Olio essenziale di Tea Tree.

Tra gli oli essenziali più utilizzati e più versatili possiamo trovare sicuramente l’olio essenziale di Tea Tree, che viene utilizzato più i generale per la cura del corpo, specie a livello estetico. E’ presente in numerose creme farmaceutiche contro l’acne, e bisogna utilizzarlo con parsimonia in quanto essendo un prodotto concentrato non necessità di essere adoperato in grandi quantità. Sarà sufficiente applicare poche gocce sulla zona interessata e massaggiare con estrema delicatezza i punti più colpiti, facendo particolare attenzione ad evitare il contatto con gli occhi nel caso in cui lo si applichi al volto.

Latte di magnesio

Pur se conosciuto principalmente come lassativo, il latte di magnesio può essere tranquillamente adoperato per contrastare la formazione dell’acne. Esso infatti limita la produzione sebacea se applicato in piccole quantità con un batuffolo di cotone sulla pelle.
Tende naturalmente a seccare la pelle, perciò è consigliabile non abusarne e non eccedere nella sua applicazione.

Gel di aloe vera

Uno dei prodotti più diffusi per i trattamenti epidermici è sicuramente l’aloe vera, che viene impiegato in numerosi rimedi naturali e nello specifico si rivela un alleato efficace contro le infiammazioni della pelle. Applicare una piccola quantità di gel sulla parte interessata, massaggiandola delicatamente per qualche minuto, finché il gel non sia stato in parte assorbito dalla pelle, può rivelarsi un utile rimedio per una pronta guarigione.

Olio di Jojoba

L’olio di Jojoba, tra i prodotti naturali più diffusi, consente l’eliminazione del sebo eccedente senza provocare una eccessiva e conseguente secchezza della pelle, alla base della formazione dell’acne. usato anche come struccante e detergente per la pelle, può fungere da rimedio naturale per contrastare l’acne.

Carbone attivato

Questo rimedio può essere combinato con una delle soluzioni citate in precedenza, in quanto serve a rimuovere le impurità della pelle per prepararla ad uno dei trattamenti prescelti. Si può assumere sia per via interna, aiutando l’organismo ad espellere tossine ed impurità o si può utilizzare direttamente sulla parte affetta da acne, mischiandolo ad un sapone delicato.

Conclusione

In ultima analisi possiamo dire che una corretta igiene e l’utilizzo di saponi appropriati sta alla base di una corretta prevenzione del fenomeno. E’ altresì vero che la predisposizione naturale potrebbe influire in maniera pesante sulla manifestazione dell’acne, ma controllando accuratamente l’alimentazione e lo stile di vita si possono evitare almeno le complicazioni che non hanno origini a livello ormonale, e che quindi possono essere aggirate semplicemente facendo attenzione agli eccessi di qualsiasi tipo.